topmostre2.jpg (32827 byte)


tastochisiamo.jpg (6330 byte)
tastolaboratori.jpg (6447 byte)
tastoseminari.jpg (6202 byte)
tastoeditoria.jpg (5995 byte)
tastomostre.jpg (5844 byte)
tastoscuole.jpg (11018 byte)
tastocomuni.jpg (11144 byte)

mostra.jpg (28353 byte)

tastoburattiniverde.jpg (12728 byte)

tastoamalfi.jpg (12086 byte)
tastoorizzonti.jpg (11213 byte)
tastospettacoli.jpg (6352 byte)
tastolinks.jpg (5654 byte)
tastomail.jpg (5529 byte)

COMPAGNIA DEGLI SBUFFI

Teatro di Figura di Rilevanza Nazionale

I GUAPPI

Personaggi dell’Opera dei Pupi in provincia di Napoli

pupi, cartelli, copioni...

"...Le immagini e i fantasmi dei cicli cavallereschi, la dolorosa istoria di Guerin Meschino, i fatti dei Reali di Francia, la vicenda di Genoveffa e cento altre leggende attinte alle remote storie del Medioevo si erano aggiunte alle pi recenti narrazioni riguardanti i briganti ed i guappi. Ricordo le platee calde e rumoreggianti che circondavano le scenografie dei pupari, con folle di bambini e di adulti ammassati su panche di legno, investiti dal parlar cortese e insieme rude e violento dei personaggi, rifatti napoletani dai sanguigni accenti dei recitanti. E le parole e i gesti non restavano in uno spazio e in un tempo immoti, come quelli del teatro culto, ma si facevano carne e passione, partecipata sofferenza e gioia di attese catarsi in una folla che recuperava il miracolo di una seppellita e primordiale fanciullezza e viveva nella propria esperienza gli eventi richiamati alla misura del presente".

Alfonso Maria Di Nola

(Tratto da: "Il Teatro di Figura: l’Opera dei Pupi - Compagnie stabili e di giro a Castellammare" - Edizioni Compagnia degli Sbuffi Luglio 1990)

_________________

La mostra nasce dall’incontro tra il festival Internazionale del Teatro e di Figura "Burattini nel verde" e due anziani pupanti dell’Opera: Francesco Di Vuolo e Michele Sarcinelli, che hanno lavorato nei teatri dei pupi a Castellammare e nei paesi limitrofi negli anni quaranta.

La maggior parte dei pupi presentati, sono stati realizzati ed usati per due spettacoli prodotti dal festival negli anni 1990 e 1991: "’O terribbile appicceco", che narra la tragica morte del guappo Aniello ‘e Criscienzo, e "Felice Sciosciammocca creduto guaglione ‘e ‘nanno" di Giacomo Marulli, una pice con Pulcinella.

A questi si aggiungono diversi pupi appartenuti alla famiglia Perna di Frattamaggiore (Napoli) ed un imponente Tore ‘e Criscienzo appartenuto a Nicola Furiati.

Della mostra disponibile il video

mostra1.jpg (26886 byte)

mostra3.jpg (19333 byte)

mostra2.jpg (22607 byte)


mostra4.jpg (20406 byte)

 

I PERSONAGGI

Struttura n 1
Due guardie - Delegato di Polizia
(Pupi realizzati da M.Sarcinelli e F.Di Vuolo nel 1990)

Struttura n 2
Pulcinella - Una vecchia con neonato - Un bambino
(Pupi realizzati da M.Sarcinelli e F.Di Vuolo nel 1990)

Struttura n 3
Tre guappi
(Pupi realizzati da M.Sarcinelli e F.Di Vuolo nel 1990)

Struttura n 4
Tore ‘e Criscienzo
(Pupo realizzato da Nicola Furiati nel 1965)
Corpo per la morte a sangue vero
(realizzato da Francesco di Vuolo nel 1990)

Struttura n 5
Due donne - Un oste
(Pupi realizzati da M.Sarcinelli e F.Di Vuolo nel 1990)

 

Struttura n 6
Due donne - Un barone - Un bottegaio
(Pupi realizzati da M.Sarcinelli e F.Di Vuolo nel 1990)

Struttura n 7
Guerriero Cristiano
(Pupo appartenuto alla Famiglia Perna - 1880 c.)

Struttura n 8
Tre pupi borghesi
(Pupi appartenuto alla Famiglia Perna - 1880 c.)

Struttura n 9
Pulcinella
(Pupo appartenuto alla Famiglia Perna - 1880 c.)

Struttura n 10
Cartello di Scuola Napoletana
(Appartenuto alla Famiglia Perna - 1880 c.)

tastotop.jpg (3359 byte)